Sogno di una notte di mezza estate


da W. Shakspeare
adattamento e regia Maria Grazia Cipriani
scene e costumi Graziano Gregori
suoni Hubert Westkemper
luci Ugo Benedetti
foto di scena Tommaso Le Pera


Attori

Stefano Armati

Elsa Bossi

Giorgio Gobbi

Teresa Pascarelli

Manuela Paoli

Alessandro Rivola

Andrea Battistini

Renato Condoleo

Marco Sodini

Emanuele Barresi

Appunti di regia

Il “Sogno” è una commedia sull’amore.

...La freccia d’amore scagliata da Cupido verso l’augusta vestale era andata a colpire un fiore bianco, facendolo diventare rosso” - racconta Oberon.

E così, la traiettoria a parabola della freccia attraversa il mondo della commedia.

Il percorso è violento.

La situazione tradizionale d’apertura di alcune coppie di innamorati, turbati dal pallido riflesso lunare, è sconvolta dal sopraggiungere dei Principi della notte, inquietanti Spiriti che animano la foresta con le loro diavolerie.

Vittime di passioni sprigionate dai loro incantesimo Ermia Elena Lisandro Demetrio vedono capovolgere meccanicamente i propri desideri amorosi in un gioco brutale di scambio dei corpi. Neppure Titania, la regina delle fate, è immune dall’insidioso sortilegio, affascinata e stravolta dal suo sogno d’amore per un asino.

Solo la luce del giorno farà svanire i mostri notturni e ristabilire l’armonia turbata.

L’arco che tinge tutto il mondo della commedia suggerisce la concezione dello spettacolo: metamorfosi drammatica di forme colori suoni che accompagna l’amore attraverso l’oscura zona dell’animalità e rivela la meravigliosa confusione - e separazione - tra realtà e sogno.

 

Maria Grazia Cipriani



Riconoscimenti

Premi UBU per la ricerca drammaturgica

1991